Attività Industriali e di Servizi Finanziari: andamento nell’esercizio 2013

Attività Industriali e di Servizi Finanziari: andamento nell’esercizio 2013

Con l’intento di fornire una miglior analisi della situazione finanziaria e delle performance del Gruppo, in aggiunta a quanto richiesto dall’IFRS 8 – Operating segments, i seguenti prospetti di analisi del conto economico, della situazione patrimoniale e dei flussi finanziari, forniscono la ripartizione dei valori consolidati tra le "Attività Industriali" e quelle dei "Servizi Finanziari". In particolare, la necessità di evidenziare in modo separato l’indebitamento finanziario tra le due tipologie di attività trova fondamento nella differente natura dei flussi che ne consentono il rimborso: per le attività industriali si tratta dei flussi di cassa generati dall’attività operativa, per i servizi finanziari di flussi che sono rappresentati essenzialmente dall’incasso dei crediti da attività di finanziamento. Da ciò deriva quindi la necessità di analizzare separatamente le due attività anche sotto il profilo della correlazione tra l’ammontare del debito finanziario ed altre grandezze patrimoniali, tra le quali, essenzialmente, i mezzi propri.

I Servizi finanziari includono le società che svolgono le attività di finanziamento a terzi, leasing e noleggio a supporto dei marchi generalisti e di lusso.

Si ricorda che le attività di Servizi Finanziari includono, inoltre, la valutazione secondo il metodo del patrimonio netto del gruppo FGA Capital, joint venture tra Fiat Group Automobiles e il Gruppo Crédit Agricole.

Principali criteri applicati

La separazione tra Attività Industriali e Servizi Finanziari è stata ottenuta elaborando specifici sub-consolidati (per aggregazioni di sottogruppi di società), in funzione dell'attività caratteristica svolta da ciascuna società del Gruppo.

Le partecipazioni detenute da società appartenenti ad un sottogruppo in società incluse nell’altro sottogruppo sono state valutate secondo il metodo del patrimonio netto. Nel conto economico, per non inficiare il risultato netto che qui si vuole rappresentare, l'effetto di tale valutazione è stato evidenziato in un'apposita linea “Risultato partecipazioni intersegment”.

Le Holding di partecipazioni (Fiat S.p.A., Fiat Partecipazioni S.p.A., Fiat North America LLC) sono state classificate tra le Attività Industriali.

Nel sub-consolidato delle Attività Industriali sono state incluse anche le società che svolgono attività di tesoreria centralizzata per Fiat (esclusa Chrysler), ovvero quelle società che provvedono al reperimento delle risorse finanziarie sul mercato e al finanziamento delle società del Gruppo Fiat (esclusa Chrysler), senza peraltro svolgere attività di finanziamento a terzi.

Si evidenzia che per il Gruppo Chrysler le attività di tesoreria (incluso il reperimento di risorse sul mercato e la gestione della liquidità) sono svolte separatamente ed in maniera autonoma rispetto al resto del Gruppo Fiat.

Tutte le attività del Gruppo Chrysler sono incluse tra le Attività Industriali.

Andamento economico per Attività

 20132012(*)
(in milioni di euro)ConsolidatoAttività IndustrialiServizi FinanziariConsolidatoAttività IndustrialiServizi Finanziari
Ricavi netti 86.816 86.549 370 83.957 83.660 394
Costo del venduto 74.570 74.362 311 71.701 71.527 271
Spese generali, amministrative e di vendita 6.689 6.642 47 6.763 6.719 44
Costi di ricerca e sviluppo 2.231 2.231 - 1.850 1.850 -
Altri proventi (oneri) 68 64 4 (102) (113) 11
UTILE/(PERDITA) DELLA GESTIONE ORDINARIA 3.394 3.378 16 3.541 3.451 90
Risultato partecipazioni (**) 97 11 86 107 24 83
Plusvalenze (minusvalenze) da cessione partecipazioni 8 8 - (91) (91) -
Oneri di ristrutturazione 28 28 - 15 15 -
Altri proventi (oneri) atipici (499) (499) - (138) (138) -
EBIT 2.972 2.870 102 3.404 3.231 173
Proventi (oneri) finanziari (1.964) (1.964) - (1.885) (1.885) -
UTILE/(PERDITA) PRIMA DELLE IMPOSTE 1.008 906 102 1.519 1.346 173
Imposte  (943) (954) 11 623 594 29
UTILE/(PERDITA) DEL PERIODO 1.951 1.860 91 896 752 144
Risultato partecipazioni intersegment - 91 - - 144 -
UTILE/(PERDITA) DEL PERIODO  1.951 1.951 91 896 896 144

(*) A seguito dell’applicazione dell‘emendamento allo IAS 19, i dati dell’esercizio 2012 riportati a titolo comparativo sono stati rideterminati. Il relativo impatto rispetto ai dati a suo tempo pubblicati per il Gruppo e per le Attività Industriali, è stato pari a una riduzione dell’Utile di 515 milioni di euro, di cui 273 milioni di euro per maggiori oneri della gestione ordinaria, 244 milioni di euro per maggiori oneri finanziari e 2 milioni di euro di minori imposte.
(**) Include i proventi da partecipazioni e le svalutazioni/rivalutazioni per allineamento partecipazioni non intersegment valutate secondo il metodo del patrimonio netto.

Attività Industriali

Nel 2013 i ricavi delle Attività Industriali sono stati pari a 86,5 miliardi di euro, in crescita del 3% rispetto al 2012. Gli incrementi registrati in NAFTA e APAC sono stati in parte compensati dalla contrazione di LATAM ed EMEA. In forte crescita i ricavi dei Marchi di lusso, con Maserati che ha raddoppiato i ricavi rispetto al 2012.

L’utile della gestione ordinaria delle Attività Industriali nel 2013 è stato pari a 3.378 milioni di euro, rispetto ai 3.451 milioni di euro del 2012 (rideterminato a seguito dell’adozione dell’emendamento allo IAS 19). L’utile della gestione ordinaria del 2013 include maggiori ammortamenti per circa 0,3 miliardi di euro connessi principalmente ai lanci di nuovi prodotti in NAFTA. Nel 2013, la diminuzione dell’utile della gestione ordinaria registrata da NAFTA e LATAM ha più che compensato la diminuzione della perdita di EMEA, la forte crescita registrata dai Marchi di Lusso, in particolare di Maserati che ha triplicato il suo risultato rispetto al 2012, e il positivo contributo dei Componenti.

Servizi Finanziari

Nel corso del 2013 i Servizi Finanziari del Gruppo hanno realizzato ricavi per complessivi 370 milioni di euro, in calo del 6% rispetto al 2012 (+4% a parità di cambi). L’utile della gestione ordinaria è stato pari a 16 milioni di euro, rispetto ai 90 milioni di euro del 2012.

  Ricavi   Utile della gestione ordinaria
20132012Variaz. (in milioni di euro)20132012Variazione
323 347 -24 Marchi generalisti (LATAM, APAC, EMEA) 3 75 -72
47 47 - Marchi di Lusso (Ferrari) 13 15 -2
370 394 -24 Totale  16 90 -74

Marchi generalisti (LATAM, APAC, EMEA)

Il Gruppo opera direttamente in Europa, America Latina e in Cina per il supporto delle vendite autoveicolistiche, mediante proprie società di servizi finanziari controllate o collegate mentre, in altri mercati significativi per le vendite del Gruppo, utilizza servizi di “Vendor Program” forniti da primari partner bancari.

In Europa l’attività è fornita dalla FGA Capital, joint venture a controllo congiunto con il gruppo Crédit Agricole (valutata con il metodo del patrimonio netto). FGA Capital opera a supporto delle vendite del Gruppo nei comparti dei finanziamenti alle reti di vendita, ai clienti finali e del noleggio a medio e lungo termine. La collaborazione con il partner Crédit Agricole si è dimostrata efficace ed in linea con i risultati attesi e le esigenze commerciali del Gruppo, tanto che, nel corso dell’anno, i soci hanno deciso di rinnovare, in anticipo rispetto alla scadenza naturale della partnership, gli accordi di joint venture per una durata di 8 anni, fino al 2021.

Il volume dei finanziamenti alle reti di vendita del Gruppo nel 2013 è risultato di 12.787 milioni di euro (13.292 milioni di euro nel 2012).

Nel 2013, per quanto riguarda l’attività retail (quest’anno comprensiva dell’attività di leasing finanziario), sono stati complessivamente finanziati 439.343 veicoli, per un volume di 7.163 milioni di euro, conseguendo una penetrazione sulle vendite del Gruppo del 26% (nel 2012, rispettivamente 387.800 veicoli, 6.015 milioni di euro di volume finanziato e 21% di penetrazione sulle vendite del Gruppo).

Per quanto riguarda l’attività di renting a medio e lungo termine nel 2013 sono stati noleggiati 54.768 veicoli, per un valore finanziato di 647 milioni di euro, pari al 5,2 % delle vendite dei marchi del Gruppo (nel 2012, rispettivamente 53.643 veicoli noleggiati, 632 milioni di euro di valore finanziato pari al 4,8% delle vendite dei marchi del Gruppo).

Fidis S.p.A., società controllata totalmente da Fiat Group Automobiles S.p.A., gestisce in Italia un proprio portafoglio di attività di factoring e di emissione garanzie nell’interesse del Gruppo Fiat.

In America Latina ed in Cina, le attività di servizi finanziari offerte alle reti di vendita ed ai clienti finali, sono rispettivamente prestate dal Banco Fidis in Brasile, dalla Fiat Credito Compania Financiera in Argentina e dalla Fiat Automotive Finance in Cina, società finanziarie controllate dalla Fidis S.p.A. Tutte e tre le società, oltre all’attività principale svolta a supporto delle vendite di FGA e Chrysler, svolgono altresì attività di finanziamento ai clienti finali e/o alle reti di vendita di prodotti Iveco, CNH e, in Cina, delle rispettive joint venture.

Il complesso delle attività di Fidis e delle sue controllate ha determinato un portafoglio finanziato medio pari a 3.157 milioni di euro (2.963 milioni di euro nel 2012), di cui 1.473 milioni di euro relativi all’attività di finanziamento alle reti di vendita, essenzialmente in Brasile (1.304 milioni di euro nel 2012) e 778 milioni di euro di finanziamenti a clienti finali (945 milioni di euro nel 2012).

I ricavi dei Servizi Finanziari, che supportano le vendite dei Marchi generalisti, hanno registrato, nel 2013, una diminuzione del 7% in termini nominali. A parità di cambi i ricavi risultano in crescita del 4% rispetto al 2012, principalmente per effetto dei maggiori valori medi finanziati in Brasile e Argentina.

Nel 2013 l’utile della gestione ordinaria è stato pari a 3 milioni di euro. La diminuzione rispetto ai 75 milioni di euro, è da attribuirsi principalmente ai maggiori accantonamenti per rischi sul portafoglio in APAC e LATAM.

Marchi di Lusso (Ferrari)

Ferrari, tramite Ferrari Financial Services (“FFS”), offre ai propri clienti prodotti finanziari per l’acquisto delle proprie vetture in diversi paesi europei, in America e in Giappone tramite le controllate FFS S.p.A (per l’Italia), FFS AG (per Germania, Regno Unito, Svizzera, Francia, Belgio, Austria), FFS Inc. (per Stati Uniti e Canada) e tramite FFS KK per il Giappone. Quest’ultima è diventata operativa per quanto attiene all’offerta di leasing e finanziamenti ai clienti finali a luglio 2013.

La società offre inoltre un servizio di Dealer Financing ai dealer dalla rete europea (Germania, Svizzera, Belgio, Regno Unito e Italia) e in Giappone.

A livello commerciale, la penetrazione in Europa si attesta al 43% in aumento rispetto al 2012 (41%), sul mercato americano il 2013 si chiude con una penetrazione del 41% (40% nel 2012).

Il numero complessivo di contratti stipulati nel corso del 2013 dal Gruppo Ferrari Financial Services ammonta a 3.003 unità in incremento del 3% rispetto all’anno precedente. Il corrispondente ammontare finanziato è pari a 556 milioni di euro con una crescita del 19% rispetto al 2012.

Il portafoglio a fine dicembre è pari a 768 milioni di euro (6% Italia, 38% resto d’Europa, 55% USA, 1% Giappone).

FFS ha realizzato nel 2013 ricavi consolidati per 47 milioni di euro in linea con i ricavi realizzati nel 2012. L’utile della gestione ordinaria è stato pari a 13 milioni di euro in calo di 2 milioni di euro rispetto all’anno precedente, principalmente per effetto dell’incremento del costo del funding.

Situazione patrimoniale-finanziaria per Attività

 Al 31.12.2013Al 31.12.2012 (*)
(in milioni di euro)ConsolidatoAttività IndustrialiServizi FinanziariConsolidatoAttività IndustrialiServizi Finanziari
Attività immateriali 19.509 19.502 7 19.284 19.279 5
Immobili, impianti e macchinari 22.843 22.840 3 22.061 22.058 3
Partecipazioni e altre attività finanziarie 2.260 2.657 863 2.287 2.756 787
Beni concessi in leasing operativo 1 1 - 1 1 -
Attività per piani a benefici definiti 105 105 - 93 93 -
Imposte anticipate 2.893 2.826 67 1.738 1.677 61
Totale Attività non correnti 47.611 47.931 940 45.464 45.864 856
Rimanenze nette 10.230 10.222 8 9.295 9.290 5
Crediti commerciali 2.406 2.394 24 2.702 2.690 20
Crediti da attività di finanziamento 3.671 1.580 3.685 3.727 1.600 3.643
Crediti per imposte correnti 291 289 6 236 237 6
Altre attività correnti 2.302 2.248 56 2.163 2.131 32
Attività finanziarie correnti:  815 788 29 807 724 83
Partecipazioni correnti 35 35 - 32 32 -
Titoli correnti 247 219 28 256 173 83
Altre attività finanziarie 533 534 1 519 519 -
Disponibilità e mezzi equivalenti 19.439 19.239 200 17.657 17.411 246
Totale Attività correnti 39.154 36.760 4.008 36.587 34.083 4.035
Attività destinate alla vendita  9 9 - 55 55 -
TOTALE ATTIVO 86.774 84.700 4.948 82.106 80.002 4.891
Patrimonio netto 12.584 12.584 1.264 8.369 8.369 1.256
Fondi rischi e oneri:  17.360 17.345 15 20.276 20.254 22
Benefici ai dipendenti 8.265 8.259 6 11.486 11.481 5
Altri fondi 9.095 9.086 9 8.790 8.773 17
Debiti finanziari:  29.902 27.998 3.498 27.889 25.933 3.472
Debiti per anticipazioni su cessioni di crediti 596 156 440 449 52 397
Altri debiti finanziari 29.306 27.842 3.058 27.440 25.881 3.075
Altre passività finanziarie 137 135 4 201 198 3
Debiti commerciali 17.235 17.225 20 16.558 16.546 20
Debiti per imposte correnti 314 300 19 231 223 15
Imposte differite passive 278 272 6 801 795 6
Altre passività correnti 8.943 8.820 122 7.781 7.684 97
Passività destinate alla vendita  21 21 - - - -
TOTALE PASSIVO 86.774 84.700 4.948 82.106 80.002 4.891

(*) A seguito dell’applicazione dell‘emendamento allo IAS 19 – Benefici ai dipendenti, i dati comparativi al 31 dicembre 2012 sono stati rideterminati. In particolare, rispetto ai dati pubblicati nel Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2012, il patrimonio netto di Gruppo e delle Attività Industriali alla stessa data è stato ridotto di 4.804 milioni di euro, mentre quello delle società di Servizi Finanziari è diminuito di 2 milioni di euro.

Indebitamento netto per attività

  Al 31.12.2013 Al 31.12.2012
(in milioni di euro) ConsolidatoAttività IndustrialiServizi FinanziariConsolidatoAttività IndustrialiServizi Finanziari
Debiti finanziari:    (29.902) (27.998) (3.4989 (27.889) (25.933) (3.472)
Debiti per anticipazioni su cessioni di crediti      (596) (156) (440) (449) (52) (397)
Altri debiti finanziari   (29.306) (27.713) (1.593) (27.440) (25.790) (1.650)
Debiti finanziari intersegment   - (129) (1.465) - (91) (1.425)
Crediti finanziari correnti verso società di Servizi Finanziari a controllo congiunto (a) 27 27 - 58 58 -
Crediti finanziari intersegment    - 1.465 129 - 1.425 91
Debiti finanziari al netto dell'intersegment e dei crediti finanziari correnti verso società di Servizi Finanziari a controllo congiunto   (29.875) (26.506) (3.369) (27.831) (24.450) (3.381)
Altre attività finanziarie (b) 533 534 1 519 519 -
Altre passività finanziarie (b) (137) (135) (4) (201) (1989 (3)
Titoli correnti   247 219 28 256 173 83
Disponibilità e mezzi equivalenti    19.439 19.239 200 17.657 17.411 246
Indebitamento netto    (9.793) (6.649) (3.144) (9.600) (6.545) (3.055)

(a) Include i crediti finanziari correnti vantati verso il gruppo FGA Capital da società del Gruppo Fiat.
(b) Include il fair value degli strumenti finanziari derivati.

Indebitamento netto per Attività di Fiat esclusa Chrysler

  Al 31.12.2013Al 31.12.2012  
(in milioni di euro) Fiat esclusa ChryslerAttività Industriali esclusa ChryslerServizi FinanziariFiat esclusa ChryslerAttività Industriali esclusa ChryslerServizi Finanziari
Debiti finanziari:    (20.451) (18.545) (3.498) (17.586) (15.630) (3.472)
Debiti per anticipazioni su cessioni di crediti    (596) (156) (440) (449) (52) (397)
Altri debiti finanziari   (19.855) (18.262) (1.593) (17.137) (15.487) (1.650)
Debiti finanziari intersegment   - (127) (1.465) - (91) (1.425)
Crediti finanziari correnti verso  (a) 27 27 - 58 58 -
società di Servizi Finanziari a controllo congiunto
Crediti finanziari intersegment  (b) 86 1.549 129 - 1.425 91
Debiti finanziari al netto dell'intersegment e dei crediti finanziari correnti verso società di Servizi Finanziari a controllo congiunto   (20.338) (16.969) (3.369) (17.528) (14.147) (3.381)
Altre attività finanziarie (c) 436 437 1 474 474 -
Altre passività finanziarie (c) (116) (114) (4) (159) (156) (3)
Titoli correnti   247 219 28 256 173 83
Disponibilità e mezzi equivalenti   9.763 9.563 200 8.854 8.608 246
Indebitamento netto    (10.008) (6.864) (3.144) (8.103) (5.048) (3.055)

(a) Include i crediti finanziari correnti vantati verso il gruppo FGA Capital da società del Gruppo Fiat.
(b) Include posizioni creditorie verso Chrysler relative ad accordi di produzione infragruppo che vengono classificati come leasing finanziari per effetto dell’applicazione dell’IFRIC 4 - Determinare se un accordo contiene un leasing.
(c) Include il fair value degli strumenti finanziari derivati.

I debiti finanziari, le disponibilità liquide e le altre attività/passività finanziarie relative alle società di Servizi Finanziari sono escluse dal conteggio dell’indebitamento netto delle Attività Industriali. In aggiunta alla propria operatività, le società di tesoreria del Gruppo Fiat esclusa Chrysler raccolgono la provvista finanziaria per le società di Servizi Finanziari consolidate, indebitandosi in loro luogo ed erogando prestiti alle medesime società di Servizi Finanziari. Tali prestiti erogati dalle società di tesoreria del Gruppo Fiat esclusa Chrysler (che fanno parte del perimetro delle Attività Industriali) alle società di Servizi Finanziari consolidate, sono inclusi nella voce “Crediti finanziari intersegment” e sono dedotti nella determinazione dell’indebitamento netto delle Attività industriali.

La voce “Crediti finanziari intersegment” riferita alle società di servizi finanziari rappresenta, invece, depositi presso la tesoreria di centralizzata o anticipazioni a favore di società industriali a fronte di operazioni di cessione di crediti dalle società industriali alle società di servizi finanziari, poste in essere con transazioni che non rispettano i requisiti stabiliti dallo IAS 39 – Strumenti finanziari per l’eliminazione dei crediti ceduti dal bilancio.

Al 31 dicembre 2013 l’Indebitamento netto delle società di Servizi Finanziari è stato pari a 3.144 milioni di euro, in crescita di 89 milioni di euro rispetto a quello di fine 2012 per effetto dell’incremento del portafoglio crediti gestito (499 milioni di euro) e dei dividendi pagati alle società industriali (16 milioni di euro). Tali flussi negativi sono stati in buona parte compensati dalle disponibilità generate dalle operazioni di periodo pari a 93 milioni di euro e dagli effetti traslativi dell’andamento dei cambi di conversione (334 milioni di euro).

Prospetto delle variazioni dell’Indebitamento netto delle Attività Industriali(1)

 20132012 (*)
(in milioni di euro)Fiat ChryslerFiat esclusa ChryslerFiat ChryslerFiat esclusa Chrysler
Indebitamento netto delle Attività Industriali a inizio periodo (6.545) (1.4979 (5.048) (5.529) (3.080) (2.449)
Utile/(perdita) del periodo  1.951 2.392 (441) 896 1.944 (1.048)
Ammortamenti 4.572 2.273 2.299 4.132 2.017 2.115
Variazione dei fondi per rischi e oneri e altre variazioni  (475) 204 (679) 617 653 (36)
Disponibilità generate (assorbite) dalle operazioni del periodo esclusa la variazione del capitale di funzionamento 6.048 4.869 1.179 5.645 4.614 1.031
Variazione del capitale di funzionamento 1.464 335 1.129 694 1.275 (581)
Disponibilità generate (assorbite) dalle operazioni del periodo  7.512 5.204 2.308 6.339 5.889 450
Investimenti in immobili, impianti e macchinari e attività immateriali  (7.433) (3.573) (3.860) (7.530) (4.311) (3.219)
Disponibilità generate (assorbite) dalle operazioni del periodo al netto degli investimenti 79 1.631 (1.552) (1.191) 1.578 (2.769)
Variazione area di consolidamento e altre variazioni (183) 125 (308) 292 45 247
Cash flow industriale netto (104) 1.756 (1.860) (899) 1.623 (2.522)
Aumenti di capitale e dividendi (3) (6) 3 (36) - (36)
Differenze cambi di conversione 3 (38) 41 (81) (40) (41)
Variazione dell'indebitamento netto delle Attività Industriali (104) 1.712 (1.816) (1.016) 1.583 (2.599)
(Indebitamento netto)/Disponibilità nette delle Attività Industriali a fine periodo (6.649) 215 (6.864) (6.545) (1.497) (5.048)

(*) A seguito dell’applicazione dell‘emendamento allo IAS 19 – Benefici ai dipendenti, i dati dell’esercizio 2012 riportati a titolo comparativo sono stati rideterminati. Il relativo impatto rispetto ai dati pubblicati nel Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2012 per le Attività Industriali del Gruppo e per Chrysler è stato pari a una riduzione dell’Utile rispettivamente pari a 515 milioni di euro e 508 milioni di euro, per le Attività Industriali del Gruppo esclusa Chrysler ha comportato una maggior perdita per 7 milioni di euro, con incremento di pari valore della voce “Variazione dei fondi per rischi e oneri e altre variazioni”. 

Nel 2013 l’indebitamento netto delle attività industriali è aumentato di 104 milioni di euro (flusso di cassa positivo per circa 0,1 miliardi di euro se calcolato al netto degli investimenti in partecipazioni), per effetto della generazione di 1,7 miliardi di euro da parte di Chrysler, che ha quasi interamente compensato l’assorbimento di Fiat esclusa Chrysler.

L’indebitamento netto di Chrysler è diminuito di 1.712 milioni di euro principalmente per effetto del positivo flusso di cassa della gestione operativa, pari a 5.204 milioni di euro, a fronte di investimenti per  3.573 milioni di euro.

L’Indebitamento netto delle attività industriali di Fiat esclusa Chrysler è invece cresciuto di 1.816 milioni di euro, in relazione agli investimenti di periodo (3.860 milioni di euro rispetto ai 3.219 milioni di euro dell’anno precedente) e agli investimenti in partecipazioni e l’effetto delle variazioni dell’area di consolidamento (inclusi nella voce “Variazione area di consolidamento e altre variazioni”) solo in parte compensati dal flusso generato dalle operazioni del periodo, positivo per 2.308 milioni di euro.

(1) Vedasi “Indicatori di performance” per una descrizione della voce.

Rendiconto finanziario del Gruppo Fiat per Attività

   20132012
(in milioni di euro) ConsolidatoAttività IndustrialiServizi FinanziariConsolidatoAttività IndustrialiServizi Finanziari
A) DISPONIBILITÀ E MEZZI EQUIVALENTI ALL’INIZIO DEL PERIODO   17.657 17.411 246 17.526 17.429 97
B) DISPONIBILITÀ GENERATE (ASSORBITE) DALLE OPERAZIONI DEL PERIODO:              
  Utile/(perdita) del periodo   1.951 1.951 91 896(*) 896(*) 144
  Ammortamenti (al netto dei veicoli dati in leasing operativo)   4.574 4.572 2 4.134 4.132 2
  (Plusvalenze)/minusvalenze da cessione di attività non correnti e altre poste non monetarie  (a) 545 436 18 667(*) 556(*) (33)
  Dividendi incassati   92 108 - 89 103 -
  Variazione fondi rischi e oneri    444 450 (6) 77 90 (13)
  Variazione delle imposte differite   (1.578) (1.562) (16) (72) (73) 1
  Variazione delle poste da operazioni di buy-back (b) 92 92 - (51) (51) -
  Variazione delle poste da operazioni di leasing operativo   1 1 - (10) (8) (2)
  Variazione del capitale di funzionamento    1.468 1.464 4 714 694 20
  TOTALE   7.589 7.512 93 6.444 6.339 119
C) DISPONIBILITÀ GENERATE (ASSORBITE) DALLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO:              
  Investimenti in:              
  Attività materiali e immateriali (al netto dei veicoli dati in leasing operativo)    (7.440) (7.433) (7) (7.534) (7.530) (4)
  Partecipazioni   (231) (231) - (24) (26) -
  Realizzo della vendita di attività non correnti    48 47 - 139 139 -
  Variazione netta dei crediti da attività di finanziamento   (449) 50 (499) (24) (27) 3
  Variazione dei titoli correnti   (10) (57) 47 (64) (24) (40)
  Altre variazioni   (4) (135) 131 (30) 11 (41)
  TOTALE   (8.086) (7.759) (327) (7.537) (7.457) (82)
D) DISPONIBILITÀ GENERATE (ASSORBITE) DALLE ATTIVITÀ DI FINANZIAMENTO:              
  Variazione netta dei debiti finanziari e altre attività/passività finanziarie   3.191 2.960 231 1.679 1.536 143
  Aumenti di capitale   4 4 - 22 22 2
  Distribuzione dividendi    (1) (1) (16) (58) (58) (14)
  Ritenute d’imposta versate per conto di azionisti di società estere   (6) (6) - - - -
  TOTALE   3.188 2.957 215 1.643 1.500 131
  Differenze cambi di conversione   (909) (882) (27) (419) (400) (19)
E) VARIAZIONE NETTA DELLE DISPONIBILITÀ E MEZZI EQUIVALENTI   1.782 1.828 (46) 131 (18) 149
F) DISPONIBILITÀ E MEZZI EQUIVALENTI A FINE PERIODO   19.439 19.239 200 17.657 17.411 246

(*) A seguito dell’applicazione dell‘emendamento allo IAS 19, i dati dell’esercizio 2012 riportati a titolo comparativo sono stati rideterminati. Il relativo impatto rispetto ai dati a suo tempo pubblicati per il Gruppo e per le Attività Industriali, è stato pari a una riduzione dell’Utile per 515 milioni di euro con incremento di pari valore della voce “Plusvalenze)/minusvalenze da cessione di attività non correnti e altre poste non monetarie”.
(a) Tale voce include lo storno del risultato positivo per 27 milioni di euro (positivo per 31 milioni di euro nel 2012) relativo alla valutazione al fair value degli equity swap su un paniere di azioni Fiat S.p.A. e CNH Industrial N.V.
(b) I flussi generati da cessioni di veicoli con patto di riacquisto (contratti di buy-back) dei due periodi, al netto degli importi già inclusi nell’Utile/(perdita) del periodo, sono rappresentati tra le operazioni del periodo in un’unica voce che include la variazione del capitale di funzionamento.

Attività Industriali

Nel 2013 le Attività Industriali hanno generato disponibilità e mezzi equivalenti per complessivi 1.828 milioni.

  • Le operazioni dell’esercizio hanno generato disponibilità per 7.512 milioni di euro, di cui 5.204 milioni di euro derivanti dalle operazioni del periodo di Chrysler. Le attività industriali di Fiat esclusa Chrysler hanno generato liquidità per 2.308 milioni di euro, derivanti per 1.179 milioni di euro dal flusso reddituale e per 1.129 milioni di euro dalla diminuzione del capitale di funzionamento.
  • Le attività di investimento, hanno assorbito disponibilità per 7.759 milioni di euro principalmente per gli investimenti in attività materiali e immateriali (7.433 milioni di euro, di cui 3.573 milioni di euro relativi a Chrysler), per l’acquisizione di partecipazioni per 231 milioni di euro e per l’incremento dei crediti finanziari erogati alle società di servizi finanziari (incluso nella voce “altre variazioni”).
  • Le attività di finanziamento hanno generato disponibilità per 2.957 milioni di euro e si riferiscono principalmente ai maggiori finanziamenti netti (circa 1,9 miliardi di euro da prestiti obbligazionari emessi al netto dei rimborsi effettuati e altri debiti finanziari netti per circa 1 miliardo di euro).

Servizi Finanziari

Al 31 dicembre 2013 le disponibilità e mezzi equivalenti dei Servizi Finanziari sono pari a 200 milioni di euro, in diminuzione di 46 milioni di euro rispetto all’inizio dell’esercizio.

La variazione delle disponibilità monetarie deriva da:

  • operazioni d’esercizio, che hanno generato liquidità per 93 milioni di euro, principalmente per effetto dell’autofinanziamento (risultato netto più ammortamenti);
  • attività di investimento (comprensive della variazione dei crediti/debiti finanziari verso le società industriali del Gruppo), che hanno assorbito liquidità per 327 milioni di euro, principalmente per effetto dell’incremento del portafoglio crediti al netto dei finanziamenti ricevuti dalle società di tesoreria (inclusi tra le altre variazioni) e della liquidità derivante dalla diminuzione dei titoli correnti;
  • attività di finanziamento, che hanno generato disponibilità complessive per 215 milioni di euro per effetto maggiori finanziamenti netti pari a 231 milioni di euro al netto dei dividendi pagati alle società industriali (16 milioni di euro).