Componenti

Magneti Marelli (Componenti)

Nel 2013, i ricavi di Magneti Marelli sono cresciuti del 3% rispetto al 2012 (+6% a parità di cambi di conversione). L’incremento è dovuto al positivo andamento delle aree NAFTA e Cina. L’Europa registra un lieve aumento rispetto all’anno precedente. Il Brasile è sostanzialmente stabile a parità di cambi.Magneti Marelli

Anche nel 2013 sono stati stipulati importanti accordi per lo sviluppo di prodotti innovativi nell’ambito della componentistica di riferimento.

A gennaio è stato siglato un accordo di collaborazione con Leaseplan, primaria società di noleggio per la manutenzione del parco auto da parte delle officine Magneti Marelli Checkstar.

A settembre, Magneti Marelli e China South Industries Group Corporation (CSI), azienda cinese produttrice di componenti e sistemi per l’automotive, hanno sottoscritto un accordo per la costituzione di una Joint Venture paritetica mirata alla produzione di proiettori e fanali per autoveicoli in Cina. La JV sarà denominata Hubei Huazhong Magneti Marelli Automotive Lighting Co. Ltd.

Nel mese di novembre sono stati firmati due accordi di collaborazione con Faurecia (fornitore mondiale di architetture modulari di sistemi d’interni per autoveicoli) per la produzione e distribuzione di componenti Interior&Exterior per il Cliente Fiasa in Brasile (Pernambuco) e per la progettazione, lo sviluppo e la fabbricazione di prodotti e soluzioni di interfaccia uomo-macchina evoluta per gli interni degli autoveicoli. Nello stesso mese, Magneti Marelli e Opar, società controllata da Tofaş e leader in Turchia nel settore dei ricambi automotive, hanno siglato un accordo di collaborazione per la commercializzazione di ricambi nel mercato aftermarket in Turchia, cui si aggiunge l’accordo firmato con Iveco per la distribuzione di due nuove linee di ricambi per i veicoli commerciali leggeri per il mercato europeo che rappresentano una grande novità a completamento dell’offerta di ricambi originali Iveco.

Nel mese di Dicembre, Magneti Marelli S.p.A. e Hero MotoCorp Ltd. hanno costituito una Joint Venture in India, mirata alla produzione di sistemi di controllo motore per il mercato dei veicoli a due ruote. La Joint Venture è partecipata al 60% da Hero MotoCorp e al 40% da Magneti Marelli.

In particolare, per le principali linee di business si evidenzia quanto segue:

Lighting

Il fatturato del 2013 è stato pari a 2.275 milioni di euro, con una crescita di circa il 12% rispetto all’anno precedente. L’incremento è legato alle aree Nafta, per i nuovi prodotti lanciati nella seconda metà del 2012, e Cina per il cliente VW; Germania-Repubblica Ceca e Brasile sono sostanzialmente stabili rispetto all’anno precedente.

Nell’ambito dei progetti di innovazione, si segnalano:

  • LED Projection Module (eLight Modular Concept) modulo estremamente flessibile che consente di reagire alle tendenze del mercato e/o alle migliorie tecnologiche in termini di performance dei LED che possono essere facilmente sostituiti con quelli di ultima generazione permettendo una riduzione del numero di diodi all’interno dello stesso modulo pur garantendo le stesse prestazioni.
  • Glare Free High Beam on Reflexion Technology applicazione della tecnologia LED glare free high beam, cioè senza abbagliamento, sulla reflexion technology. La soluzione basata su singoli LED permetterà in futuro la riduzione del costo dei moduli.
  • Laser Beam in Headlamps proiettore che utilizzerà il modulo a fascio laser per un'applicazione abbagliante.

Tra i numerosi ordini acquisiti si segnalano i proiettori per i Audi, Ford, Volkswagen e Mini; proiettori e fanali per Honda.

Controllo Motore

Il fatturato del 2013, pari a 898 milioni di euro, in linea con il 2012 a parità di cambi. In Europa da segnalare la crescita di ricavi relativi alla pompa iniezione diretta per il nuovo cliente Hyundai che ha compensato il calo dello stesso tipo di prodotto per PSA.

In lieve crescita rispetto all’anno precedente anche i ricavi di Fiasa e VW in Brasile, così come i ricavi legati ai nuovi prodotti per Chrysler che hanno compensato l’uscita del business carburatori, ceduto nel corso del 2012 ad Edelbrock.

Stabile rispetto al 2012 il mercato Cinese, mentre soprattutto nella seconda parte del 2013 sono diminuite le vendite a Maruti Suzuki in India per il calo generalizzato del mercato locale.

Nell’ambito dell’innovazione prodotto si segnala lo sviluppo delle applicazioni ibride/elettriche HEV/BEV (Hybrid Electric Veicle/ Battery Electric Veicle) relative alla progettazione di motore elettrico ed inverter, con finalizzazioni produttive per Ferrari, per il gruppo Qoros (Cina) e Chrysler.

Fra le principali acquisizioni di ordini si evidenziano: Sistemi e componenti per FAW e Volkswagen, collettori di aspirazione per Chrysler Pentastar, sistemi e componenti per vetture ibride Chrysler e Qoros e collettori e corpi farfallati per i motori Fire Turbo Multiair per Fiat/Chrysler e Mazda.

Sistemi Sospensioni

I ricavi del 2013, pari a 470 milioni di euro, sono sostanzialmente stabili rispetto al 2012. Gli incrementi di fatturato di Brasile e Messico (Ducato) hanno compensato le contrazioni registrate in Italia e Polonia su tutti i marchi del Gruppo Fiat, principale cliente della linea di business.

Sono proseguite anche nel 2013 le attività di innovazione relative a materiali alto resistenziali (acciai e ghise) e a soluzioni in composito (acciaio-carbonio) unitamente agli studi sui componenti a spessore variabile.

Tra i principali ordini acquisiti nell’anno si segnalano per Fiat/Chrysler, componenti sospensioni per la nuova piattaforma di veicoli SUV in Italia e Brasile.

Ammortizzatori

I ricavi della linea di business per l’anno 2013 sono stati pari a 309 milioni di euro, in calo del 4% rispetto all’anno precedente a parità di cambi. Il fatturato ha risentito di un calo di volumi generalizzato su tutti i paesi di riferimento della linea di business.

Le principali innovazioni sviluppate nell’anno hanno riguardato i seguenti prodotti: ammortizzatore monotubo in alluminio nell’ottica di riduzione emissioni, ammortizzatore cabin leveler per IVECO, programma DSV (Dual Stage Valve) ammortizzatore controllato a basso costo, ammortizzatore E_FSD (doppio stadio elettronico con Frequency Dependent). Sono inoltre continuate le attività su ammortizzatori rigenerativi.

Sistemi Elettronici

Il fatturato del 2013, pari a 935 milioni di euro è in aumento di circa il 7% rispetto al 2012 grazie, in particolare, alla crescita dei prodotti “telematica e body” per PSA (radionavigatori RT5, RT6 e RT6FF e sistemi infotainment SMEG A9 e SMEG+).

Tra i progetti di innovazione si segnala il proseguimento dello sviluppo del nuovo sistema di infotainment per BMW (lanciato in novembre 2013); la nuova piattaforma per quadri di bordo per il cliente Audi e per i SUV di Fiat-Chrysler; nuovi Body computer: per la piattaforma CUSW (Compact United States Wide) per i clienti Chrysler e Fiat/GAC, per famiglia L7 (Ducato e Iveco MY 2014) in Slovacchia, per famiglia L9 per applicazioni su progetti Fiasa.

Nell’ambito dell’acquisizione ordini si segnalano: E-call per FGA, scatola telematica per GM e Suzuki, sistema infotainment per BMW EVO e Body computer per Ducato MY 2014.

Sistemi di Scarico

Nel 2013 sono stati registrati ricavi per 559 milioni di euro, in calo del 2%, a parità di cambi, rispetto all’anno precedente. La diminuzione è da imputare ad una generalizzata contrazione dei volumi che ha interessato tutti i mercati di riferimento, in minima parte bilanciata dagli aumenti di fatturato di Serbia e Cina.

Per quanto riguarda l’innovazione, in ambito abbattimento emissioni, sono stati avviati progetti per lo studio di sistemi SCR (Selective Catalytic Reduction) di seconda generazione; sono inoltre proseguiti gli studi di sistemi per il recupero del calore dei gas di scarico e i programmi per la definizione di soluzioni progettuali finalizzate all’alleggerimento dei sistemi di scarico per concorrere alla riduzione del peso dei veicoli per il contenimento delle emissioni di CO2.

Tra i nuovi ordini acquisiti si segnalano: sistemi di scarico per Chrysler (in USA per motore TigerShark) e VW Veicoli Commerciali in Germania.

After Market

I ricavi del 2013 sono stati pari a 356 milioni di euro, in crescita del 5% rispetto all’anno precedente (+13% a parità di cambi). Crescono Europa e Mercosur, parzialmente compensati dalla diminuzione dell’area Nafta. Nel mese di marzo sono iniziate le vendite in Cina, in particolare della linea illuminazione. I prodotti segnano incrementi generalizzati, guidati in particolare dalla telematica.

Plastic Components and Modules

I ricavi della linea di business, pari a 410 milioni di euro, sono in calo del 2% rispetto all’anno precedente. La diminuzione è da imputare ad una generalizzata contrazione dei volumi che ha interessato tutti i mercati di riferimento solo parzialmente compensata dalla crescita del fatturato legata ai nuovi prodotti per FGA (500 Large).

Si segnala l’acquisizione di ordini per Interior, Exterior, Sistema Alimentazione Carburante e Pedals relativi alla nuova vettura Jeep B-Suv che sarà prodotta nello stabilimento SATA di Melfi a partire dal 2014.

Teksid (Prodotti Metallurgici)

A livello globale il mercato dei light vehicles presenta un incremento pari al 3,1% rispetto al 2012; le aree geografiche in cui operano i principali clienti Teksid, nel corso del 2013, hanno registrato i seguenti andamenti produttivi: Europa Occidentale -0,5% (Italia -0,5%  Francia -11,5% Spagna +8,5%). Mercosur e Nord America rispettivamente +4,1% e +4,8%.Teksid

Per quanto riguarda il mercato dei medium and heavy trucks, questo presenta un aumento globale del 4,3%; le aree di competenza dei clienti Teksid hanno registrato i seguenti andamenti produttivi: Europa Occidentale -2,8% (Italia +4,4% Germania -9,3% Francia -3,3%) ; Mercosur +43,5% (Brasile +47,5% rispetto ad un 2012 i cui volumi produttivi sono scesi del 50% rispetto ai periodi pre-crisi), NAFTA -3,0%. Gli incrementi in alcune aree non sono stati sufficienti a riportare i volumi di vendita Teksid verso il comparto dei medium and heavy trucks ai livelli pre-crisi.

Nel 2013 la Business Unit Ghisa ha registrato una riduzione dei volumi del 7% rispetto al 2012, principalmente attribuibile all’andamento negativo del comparto dei veicoli pesanti sopra descritto e anche per un progressivo spostamento verso l’utilizzo dell’alluminio nella produzione dei basamenti per motori automobilistici. I ricavi sono diminuiti del 16% su base annua.

La Business Unit Alluminio ha chiuso il 2013 con un aumento del 13% dei volumi e del 10% del fatturato.

Comau (Mezzi e Sistemi di produzione)

Per quanto riguarda le linee di Body Welding, nel corso del 2013 le case automobilistiche hanno mantenuto il trend di investimenti del 2012. Per contro, si è manifestata una contrazione degli investimenti relativamente alle attività di Powertrain.Comau

Negli Stati Uniti le principali case automobilistiche hanno continuato ad investire, differenziandosi l’una dall’altra in termini di risorse impiegate.

In Cina l’andamento degli investimenti si è mantenuto elevato.  

In Brasile il mercato per le attività a commessa ha manifestato una crescita, facendo intravedere buone opportunità anche per gli anni a venire.

In Europa si segnala il trend positivo degli investimenti in Gran Bretagna, mentre nel resto d’Europa l’andamento del mercato è stato caratterizzato dalla selettività dei piani di investimento dei singoli produttori.

Nel 2013, l’acquisizione di ordini per le attività a commessa, pari a 1.454 milioni di euro, è risultata superiore del 18% rispetto al 2012. L’incremento riguarda essenzialmente le attività di Body Welding.

Complessivamente il 44% degli ordini delle attività a commessa è stato acquisito in Europa, il 28% in NAFTA, il 16% in APAC e il restante 12% in LATAM. Il 25% circa degli ordini è stato ricevuto da società del Gruppo Fiat-Chrysler e il 75% da altri costruttori. Al 31 dicembre 2013 il portafoglio ordini delle attività a commessa è pari a 1.022 milioni di euro, in aumento del 17% rispetto all’anno precedente.

L’acquisizione di ordini nelle attività di manutenzione è rimasta sostanzialmente stabile rispetto al 2012 benché con segni di ripresa.