Governance della Sostenibilità e impegno verso gli Stakeholder

La governance della sostenibilità

L’azienda partecipa nella sua totalità alle sfide e ai traguardi della sostenibilità.

Il processo di gestione della sostenibilità coinvolge infatti tutte le funzioni aziendali, grazie ad un modello di responsabilità distribuita che, a partire dal vertice aziendale, coinvolge tutti i dipendenti chiamati ad operare, in ciascuna area e funzione, secondo i princìpi dell’agire responsabile. Diverse sono le strutture organizzative che guidano la gestione sostenibile del business del Gruppo.

Il team della Sostenibilità - con i suoi diversi presidi geografici in Italia, negli Stati Uniti e in Brasile - svolge un ruolo importante nella diffusione della cultura della sostenibilità all’interno del Gruppo e favorisce il processo di miglioramento continuo, contribuendo anche alla gestione dei rischi, all’ottimizzazione dei costi e al rafforzamento dell’immagine dell’azienda presso gli stakeholder. Il team si interfaccia con i referenti dei segmenti operativi, delle aree regionali e delle funzioni corporate incaricati della gestione operativa delle principali tematiche (per esempio ambiente, energia, innovazione, risorse umane) e li supporta nell’identificazione delle aree di intervento. Gestisce inoltre i rapporti con le agenzie di rating, le organizzazioni internazionali di sostenibilità e gli analisti, con il supporto e il coordinamento dell’ente Investor Relations.

Il team della Sostenibilità è supportato dal top management attraverso vari organismi.

Il Comitato Interfunzionale di Sostenibilità (CIS) è composto dai principali responsabili corporate, dei segmenti operativi e delle region che, spesso consultati anche singolarmente, favoriscono e valutano le decisioni operative e svolgono un ruolo consultivo con riguardo alle proposte che il team della Sostenibilità sottopone al Group Executive Council (GEC). Il Group Executive Council (GEC) - organismo decisionale guidato dall’Amministratore Delegato del Gruppo e composto dai Chief Operating Officer di ciascuno dei segmenti operativi del Gruppo, delle region e da alcuni capi funzione - definisce l’approccio strategico, approva le Linee Guida e valuta la congruità del Piano di Sostenibilità con l’orientamento di business. Il GEC è periodicamente aggiornato sull’andamento dei progetti e sulle performance di sostenibilità del Gruppo.

Inoltre, all’interno del Consiglio di Amministrazione, il Comitato Nomine, Corporate Governance e Sostenibilità valuta le proposte relative agli indirizzi strategici in tema di sostenibilità, formula -qualora ritenuto necessario- pareri al Consiglio di Amministrazione ed esamina il Bilancio di Sostenibilità annualmente redatto.

L’impegno verso gli stakeholder

La nostra capacità di generare valore attraverso le scelte di business dipende intrinsecamente anche dall’efficacia con cui sappiamo ascoltare e riconoscere le aspettative, i bisogni e le esigenze di tutti quegli stakeholder che, direttamente o indirettamente, influenzano le attività del Gruppo o ne sono influenzati.

Le attività del Gruppo, infatti, hanno impatti che condizionano le decisioni di molte categorie di stakeholder, sia interni sia esterni - quali i clienti, i fornitori, la rete di concessionari, i dipendenti, le istituzioni, le organizzazioni di rappresentanza e le associazioni, gli investitori, le comunità locali e il territorio - così come i risultati e le attività del Gruppo dipendono in varia misura anche dal comportamento, dalle attese e dalla soddisfazione delle esigenze degli stakeholder stessi.

Operare in modo responsabile significa pertanto confrontarsi costantemente, a livello locale e a livello globale, con tutti i portatori d’interesse del Gruppo, arrivando a comprenderne e indirizzarne le necessità e aspettative più rilevanti e prioritarie, come evidenziato nelle Linee Guida per lo Stakeholder Engagement del Gruppo.

L’approccio verso gli stakeholder si è evoluto nel corso degli anni, articolandosi in iniziative via via più sofisticate. Il Gruppo, attraverso le funzioni aziendali e per mezzo di molteplici canali, cura le relazioni con le diverse categorie di stakeholder instaurando, su base continua, con ciascuna di esse, un dialogo costante teso a comprendere le loro aspettative e a promuovere azioni specifiche che rispondano a particolari esigenze e interessi rilevanti emersi.

Nel 2013, oltre ai canali tradizionali, le modalità di interazione con gli stakeholder esterni si sono ulteriormente evolute concretizzandosi nella realizzazione di tre eventi di Stakeholder Engagement in Italia, Brasile e Stati Uniti. Tali iniziative hanno consentito di confrontare i pareri, le priorità e le esigenze di clienti privati e flotte, concessionari, fornitori di materiali e servizi, media, delle comunità locali, delle università e degli istituti tecnici, delle organizzazioni impegnate nella difesa dell’ambiente e di altre fondazioni e Organizzazioni Non Governative. Sono emerse, inoltre, specificità legate all’appartenenza geografica dei rappresentanti di ciascuna categoria di stakeholder.

(1) Tutte le informazioni incluse nella sezione Sostenibilità sono sottoposte all’attività di verifica, di terza parte indipendente (SGS Italia S.p.A.): lo scopo di attestazione, la metodologia, le limitazioni e le conclusioni sono riportate nella Lettera di Attestazione rilasciata dall’Organismo di Certificazione pubblicata nel Bilancio di Sostenibilità 2013 del Gruppo Fiat.